Martha

Sono quella che piango da sola in stanza,per strada,che ripete che e ' pessima in qualunque cosa.L'ultima della fila,una all'apparenza molto silenziosa ma che sbatte le porte,urla,corre per le scale se arriva la rabbia.Quella che sogna d'amare intensamente ma si blocca,che odia il caffe' che ama indossare maglie troppe larghe,quella non troppo dormigliona, quella della cioccolata sempre al latte e dei piedi scalzi o dei calzettoni invernali.Quella che ama gli sguardi intensi, con le mani tra i capelli e le domande esistenziali e i mille perche'..quella che ama la sedia a dondolo,il gelato in estate e le giornate con lo skate,l'aria fresca,la pioggia,il vento.Che ama dormire sotto un bel piumone,il rumore delle lenzuola che si attorcigliano, e un sorriso .

"Vorrei dirti che il thè lo prendo sempre alla pesca, e sulle patatine non metto mai il ketchup, vorrei dirti che quando piove di solito dimentico l’ombrello, vorrei dirti che mi giro sempre le dita tra le mani quando sono nervosa, e che se rido troppo arriva persino a mancarmi il respiro. E il desiderio che esprimo è sempre lo stesso a tutti i compleanni. Vorrei dirti che la matita sugli occhi mi fa sentire più bella, che se mi abbracci e la mia sciarpa sa di te, potrei non levarmela mai più. Che adoro quando mi toccano i capelli, vorrei dirti che, dipendesse da me, vivrei sepolta sotto tutti i libri del mondo, che se mi dici “io ti amo” poi ci credo. E se faccio tardi, quasi sempre, è perché aspettare mi mette addosso la paura. Vorrei dirti che scrivo perché senza penna non so parlare; che mi basta una singola nota per indovinare la canzone. E poi l’amore non ho idea di cosa sia, ma vorrei dirti tutto di me, se prometti che non scapperai via."
— 10 hours ago with 4783 notes
"Frà un po’ é un anno, un anno che non ci sei, un anno che quel vuoto rimbomba dentro. Non ho mai parlato di te da quel giorno, mai scritto niente, mai fatto trapelare un pensiero. Fino all’altro giorno. Ho guardato delle foto, dei video e tutto è tornato, quelle risate, quell’infanzia, quelle estati. Tutto. Non sono mai stata una ragazza dolce, mai! Con te però era diverso. Tu mi capivi. Quando involontariamente mi facevi del male, quando ogni tanto volava qualche schiaffo o pugno, non andavo piangendo dalla maestra o dalla mamma ma rimanevo affianco a te, e questo, a te ti bastava per essere felice. Hai visto in me quell’anima dolce che mai nessuno ha visto, quella sensibilità, quella voglia di vivere che nessuno standomi affianco ha scovato. Mi guardavi con quello sguardo innocente ma consapevole che niente sarebbe stato rose e fiori, che prima o poi sarebbero state più spine che rose. Quel giorno lo ricordo bene, ero sul divano con il mio Ipod quando mi arrivò quel messaggio. Qualcuno lì, in alto aveva capito che questo non era un mondo adatto a te e aveva deciso di portarti, un po’ egoisticamente, con sé. Non piansi, rimasi pietrificata. Non ci credevo. Tu eri ancora in fila con me, eri ancora lì pronto a difendermi da qualsiasi ragazzo si avvicinasse. Credo di aver buttato via anche l’anima nei giorni seguenti. Le lacrime scendevano sole, non le controllavo più.
Non credere che dopo quasi un anno non ti pensi più, ho solo smesso di pensare al tuo “viaggio di sola andata” e continuo a percepirti qui, accanto a me."
Bloodontheskin (via bloodontheskin)
— 1 day ago with 44 notes
yigitozcakmak:

'Black Print' by Yigit Ozcakmak

yigitozcakmak:

'Black Print' by Yigit Ozcakmak

— 2 days ago with 31 notes

jamessizzle:

tourmaline2:

A dress designed to change color in the rain, thanks to dye sewn into the seams. Created by Sean Kelly, Modeled by Angelica Guillen-Jimenez
just-create-it
spoiler… This happened
— 2 days ago with 112678 notes